Bere caffè può ridurre notevolmente il rischio di morte prematura

Home / Senza categoria / Bere caffè può ridurre notevolmente il rischio di morte prematura

Uno studio osservazionale condotto negli Stati Uniti su 20.000 individui rivela che bere caffè può ridurre notevolmente il rischio di morte prematura. Chi consuma almeno 4 tazze di caffè al giorno ha un rischio inferiore del 64% rispetto a chi ne consuma sporadicamente. Le possibilità sono minori soprattutto dopo i 45 anni, il che suggerisce che potrebbe essere ancora più vantaggioso farne uso quando invecchiamo.

Anche altri studi hanno dimostrato che i bevitori di caffè sembrano vivere più a lungo: è stato infatti dimostrato che riduce il rischio di molte malattie (tra cui quelle del fegato, diabete, cancro della pelle e Alzheimer).

Come sostiene Joe DeRupo, portavoce dell’Associazione Nazionale del caffè: “È una sostanza ricca di antiossidanti. Molti sono presenti naturalmente nei chicchi di caffè, mentre altri vengono creati durante il processo di tostatura.”

Se dunque per molti il consumo del caffè può essere salutare, per altri invece bisogna procedere con cautela.

Infatti chi ha problemi cardiaci, soffre di battito cardiaco irregolare e ipertensione dovrebbe limitarne l’assunzione: la caffeina è un aggravante e acceleratore del battito. Anche il decaffeinato, seppur in minima quantità, contiene caffeina.

Per quanto riguarda gli effetti del caffè sulla salute delle ossa, la caffeina può portare alla perdita di calcio. Anche se probabilmente non vale la pena preoccuparsi troppo. Come afferma infatti Connie Weaver, professore di Scienze Nutrizionali presso la Purdue University: “La caffeina aumenta la perdita di calcio urinario, ma è bilanciata dall’aumento dell’assorbimento dello stesso. Quindi non dovrebbe esserci alcun effetto negativo. Anche le donne in gravidanza, a cui viene suggerita la quantità moderata di 200 mg al giorno, dovrebbero esserne caute con il consumo.

Piccoli consigli per sorseggiare il caffè in modo più sano:

1.   Aggiungi il latte magro: ha meno calorie e contribuisce a compensare le perdite di calcio (un cucchiaio ha 6 calorie e 19 mg di calcio);

2.   Evita lo zucchero nel caffè: un cucchiaio contiene 16 calorie e, anche se potrebbe non sembrare molto, le calorie si sommano di giorno in giorno;

3.   Scegli un caffè filtrato: il caffè non filtrato conserva composti che contribuiscono a aumentare i livelli di colesterolo;

4.   Se hai difficoltà a addormentarti evita la caffeina la sera o vicino al momento di coricarsi.