Caffè marchi privati con scultura di schiuma

Home / Senza categoria / Caffè marchi privati con scultura di schiuma

Famosi caffè marchi privati sponsorizzano sculture fatte di schiuma, dalle più semplici a quelle più divertenti e complesse.

I caffè marchi privati le chiamano sculture dei schiuma e sono un modo per sponsorizzare il proprio marchio di caffè postando magnifiche foto sul Social Network. I post ritraggono tazze e tazzine con sopra disegni divertenti oppure vere e proprie sculture di animali. Il mondo dei social si è appassionato a questa sfida trasformandola nel trend del momento per fare colazione.

I nostri baristi in zona si stanno specializzando in questa nuova disciplina, se così si può definire, di creare disegni divertenti sul nostro cappuccino prima di servircelo. Un piccolo gesto, questo, per migliorare la giornata e strappare un sorriso ai clienti.

Ma anche un modo per fare pubblicità al bar: i clienti infatti quando ricevono il cappuccino con il disegno fatto con lo schiuma lo postano sui Social Network. Così facendo non è solo una pratica di per divertirsi ma una pratica di marketing per sponsorizzare il luogo in cui si lavora.

Nonostante i caffè marchi privati vogliano rimanere i primi in questo must c’è una persona che batte tutti i baristi e il suo nome è  Kazuki Yamamoto.

Kazuki Yamamoto è un ragazzo 26enne giapponese che ha fatto di questa tradizione un’arte. Ormai conosciuto come “l’artista del cappuccino 3D”, si è infatti specializzato nell’arte di scolpire la schiuma del latte della bevanda più popolare per le colazioni di tutto il mondo.

Kazuki, che lavora nel bar Cafe 10 g a Osaka e vorrebbe aprirne uno tutto suo specializzato in cappuccini d’autore, grazie a bastoncini e cannucce crea in tazze e tazzine personaggi di realtà o fantasia a scelta del cliente. I suoi dipinti di latte e caffè tridimensionali si possono ammirare sul suo account Twitter.

Da Snoopy a Obama, dai gattini alla riproduzione di quadri queste chicche devono essere subito immortalate: nel giro di pochi minuti si smontano e raffreddano. Anche se l’arte del cappuccino non è una novità, nessuno si era ancora spinto a farla uscire dalla tazza.