Caffettiera, oggetto immancabile nelle cucine italiane. Come conservarla sempre in buono stato

Home / Senza categoria / Caffettiera, oggetto immancabile nelle cucine italiane. Come conservarla sempre in buono stato

MILANO – Cosa succede quando si hanno molti ospiti in casa e una caffettiera troppo piccola? Si rispolvera quella che non si usa mai, riposta da mesi in uno scaffale e che fa un caffè davvero disgustoso!

Si sa, il caffè migliore è quello fatto con la moka che si adopera quotidianamente. E la stessa cosa vale con l’espresso del bar: più una macchina viene utilizzata più il caffè è intenso e gustoso.

Ma allora, come mantenere le caffettiere che non si utilizzano mai?

Se abbiamo a disposizione solo una moka nuova o poco usata, dobbiamo averne cura per evitare che si rovini. La prima soluzione è fare un caffè di prova, o metterla in funzione solo con acqua per eliminare eventuali residui all’interno. Se dobbiamo riporre una caffettiera sapendo che non la utilizzeremo per un po’, lavarla immergendola nell’acqua bollente con un cucchiaio di aceto bianco.
Mai utilizzare il sapone per piatti né metterla in lavastoviglie!
Asciugarla poi con della carta assorbente, mettere all’interno di ogni parte della moka delle zollette di zucchero o qualche chicco di caffè per far assorbire gli odori.

Seguendo questi piccoli accorgimenti potrete così preparare un buon espresso per i vostri invitati.