Il consumo di caffè riduce il rischio di problemi al fegato

Home / Senza categoria / Il consumo di caffè riduce il rischio di problemi al fegato

Un’indagine dell’Institute for Scientific Information on Coffee (ISIC), rivela che il consumo quotidiano di caffeina potrebbe ridurre il rischio di incorrere in cancro e cirrosi.

L’incontro si è tenuto a Londra alla Royal Society of Medicine e i delegati partecipanti (tra cui accademici, medici e rappresentanti delle associazioni epatiche nazionali) hanno discusso delle più recenti ricerche sulla correlazione tra consumo di caffè e salute del fegato. Il focus del dibattito, presieduto dal Professor Graeme Alexander (University College London), si è concentrato sul miglior modo per divulgare le ultime scoperte sul tema.

In Europa la morte causata da una malattia cronica del fegato è la quinta più comune e all’incirca 29 milioni di persone ne soffrono.I risultati chiave della ricerca sostengono che il consumo del caffè riduca del 40% il rischio di cancro al fegato e tra il 25-70% il rischio di cirrosi.

La diagnosi dei problemi al fegato è stato un altro importante punto di discussione: spesso il cancro si sviluppa a causa di una malattia epatica preesistente ma il più delle persone è ignara della propria condizione. Anche se il fegato è un organo vitale, nella maggior parte dei Paesi Europei infatti, la percezione è che la salute di quest’organo non sia una priorità, come ad esempio lo è invece il cuore.

Il professor Alexander ha commentato: “I problemi al fegato sono assassini silenziosi, spesso asintomatici, fino a quando non è troppo tardi. Il caffè è qualcosa di facilmente accessibile a tutti, si può bere regolarmente e potrebbe prevenire e in alcuni casi rallentare la progressione della malattia del fegato. È una scelta di vita facile da fare.”